Memorie

Memorie


4699 €
COMPRA

Memorie

Memorie


11.90 €
COMPRA

Memorie

Memorie


0.99 €
COMPRA

Memorie

Memorie


40 €
COMPRA

Memorie

\"A conclusione del mandato assegnato quattro anni fa dall'Assemblea dei soci al Consiglio direttivo tuttora vigente, in vista ormai del rinnovo degli organi statutari, esce questo numero delle Memorie, comprendente gli anni 2010-2011, testimonianza di un lavoro che, pur tra innumerevoli difficoltà, dimostra di voler tenere alto il ruolo dell'Ateneo salodiano nel panorama culturale benacense e valsabbino. Peraltro, mi è spesso accaduto di ripetere che, nella secolare storia di questa Accademia, raramente si è visto un periodo lungo diversi decenni, come i nostri ultimi, dare vita, con la medesima intensità e perseveranza, a tanto fervore di ricerca, a una così sistematica promozione di iniziative editoriali, alla tutela premurosa del proprio patrimonio, alla divulgazione didattica indirizzata con particolare sensibilità al mondo della scuola: tutto questo, nel contesto di una complessa gestione del proprio patrimonio edilizio, croce e delizia degli amministratori che mai, come negli ultimi anni, si sono dovuti cimentare con il difficile problema del reperimento di risorse.\" (Dalla presentazione di Pino Mongiello)


12.75 €
COMPRA

Memorie

Scrive nelle sue memorie la pittrice statunitense Georgia O'Keeffe: \"Colori e forme hanno la capacità di affermare in un modo più preciso rispetto alle parole. Lo dico perché, con le parole, sono state fatte operazioni strane su di me. Spesso mi è stato detto cosa dipingere. E spesso sono rimasta allibita di fronte alle parole, scritte e parlate, con cui mi si diceva cosa avevo dipinto.\"


13.60 €
COMPRA

Memorie

Le Memorie, cioè i diari di Ansaldo degli anni Venti integrati dalla sua corrispondenza con personalità del mondo politico e culturale del tempo, offrono una rappresentazione in presa diretta di un intero decennio visto attraverso la penna cuastica e ironica, caricata di inchiostro all'acido prussico, di un osservatore incline allo scetticismo. Il dato psicologico e caratteriale di Ansaldo, quale emerge dai suoi diari, spiega la natura e i limiti del suo antifascismo (che, pure, gli costò il carcere e il confino) ma anche quelli della sua successiva adesione al fascismo e, perché no?, del suo innamoramento per De Gasperi nel quale finì di vedere una sorta di reincarnazione di Giolitti. Il conservatorismo di Ansaldo, venato dal disincanto e dal pessimismo di uno spirtio volterriano, è la chiave di lettura della sua vita e dei suoi passaggi di campo. Prefazione di Giuseppe Marcenaro.


47.50 €
COMPRA

Memorie

Memorie


21.25 €
COMPRA

Memorie

\"Memorie\" è il luogo della nostalgia, del rimpianto, del disincanto. È il ricordo antico che si fa presente. È l'angoscia del poeta, il quale, stranito e melanconico, si dispera nella consapevolezza di aver perduto la speranza di rivivere quel tempo andato: folto di sublime incanto.


8.50 €
COMPRA

Memorie

Memorie


21 €
COMPRA

Memorie

Memorie


12.72 €
COMPRA

Memorie

Memorie


8.92 €
COMPRA

Memorie

Memorie


10.20 €
COMPRA

Memorie

Jeanne (Jane) Oulman Bensaude apparteneva a una famiglia dell'alta borghesia ebraica parigina imparentata con il mondo della finanza e partecipe appieno della vita culturale e politica della Parigi della seconda metà dell'Ottocento. Nelle Memorie Jane rievoca l'ambiente familiare, i viaggi, le letture, i salotti, gli incontri con poeti e scrittori, musicisti e politici. Narra la sua passione per la musica e la scrittura, alla quale si dedicò a Lisbona, dove visse dopo il matrimonio con Alfredo Bensaude. Racconto di formazione e storia di una vita divisa tra la Francia e il Portogallo, l'autobiografia di Jane offre più motivi di interesse: dall'interno della vita familiare degli Oulman, nell'educazione dei figli e delle figlie, nell'osservanza dei riti, nell'intreccio delle vicende della famiglia con la storia della Francia, essa rappresenta un raro documento del processo di assimilazione dell'ebraismo francese ai valori della nazione.


20.32 €
COMPRA

Memorie

\"Nel febbraio del '46 ebbi un attacco di cuore. Per alcuni mesi, per la prima volta, fui bruscamente imbrigliato. Inchiodato a un letto e a un regime da infermo. La circolazione del sangue batteva fiacca. I pensieri procedevano a rilento. Dinanzi a me, vari mesi di un ambiente irrimediabilmente uguale. Mi sentivo perfino contento. Pensavo che finalmente mi sarei guardato attorno, avrei meditato e cambiato le mie idee. E avrei capito tutto su me stesso. Sulla vita. Sui quarantotto anni vissuti. Dirò subito che non capii nulla. Né sulla vita. Né su me stesso. Né sui quarantotto anni vissuti. Nulla, tranne forse una cosa. Che la vita l'avevo percorsa al galoppo. Senza voltarmi a guardare indietro. Come una serie di trasbordi da un treno all'altro. Come una corsa per prendere un treno, dopo essere sceso dall'altro. Con l'attenzione incessantemente rivolta alla lancetta dei secondi. Arrivare a tempo in un posto. Non arrivare troppo tardi in un altro. Far presto qui. Riuscire a svignarsela di là. Come dal finestrino di un treno, sfrecciano via brandelli d'infanzia, scampoli di gioventù, momenti di maturità. Vividi, rutilanti, vorticosi, policromi. E d'un tratto una sensazione orribile. Che non si è afferrato niente. Lo si è solo sfigurato. Mai bevuto sino in fondo. Di rado s'è inghiottito qualcosa, ma senza gustarlo \".


17.85 €
COMPRA